Giovani al lavoro a Sala Capriasca (ti-press)

Muri a secco, patrimonio UNESCO

La tecnica di costruzione si aggiunge alla lista del patrimonio mondiale immateriale. Candidatura presentata da 8 paesi, tra cui la Svizzera

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La tecnica di fabbricazione dei muretti a secco è stata inserita nella lista del Patrimonio mondiale immateriale dell'umanità dell'UNESCO. Lo ha annunciato l'organizzazione congratulandosi con gli 8 paesi europei che avevano presentato congiuntamente la candidatura: Svizzera, Italia, Francia, Spagna, Slovenia, Croazia, Grecia e Cipro.

Si tratta di uno dei primi esempi di manifattura umana ed è presente in tutte le culture del pianeta. Viene adottato per fini abitativi ma anche agricoli, come per i terrazzamenti dei pendii scoscesi.

La lista del Patrimonio mondiale immateriale non si basa su criteri di esclusività ma vuole valorizzare le attività delle comunità. Comprende ad oggi 409 elementi, 10 dei quali aggiunti nel 2018.

 
Condividi