La parte più alta della montagna è costituita da un cumulo di rocce unito dal permafrost
La parte più alta della montagna è costituita da un cumulo di rocce unito dal permafrost (keystone)

Il Cervino rischia di crollare

"Temperature sopra gli zero gradi, il permafrost è messo a dura prova", l'allarme di un meteorologo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La cima del Cervino rischia di crollare. L'allarme è stato lanciato venerdì da un meteorologo di MeteoNews, Frédéric Glassey, il quale ha spiegato che lo scioglimento del permafrost potrebbe causare un disastro senza precedenti, a causa dell'ondata di caldo che ha investito anche uno dei simboli della Svizzera.

Notiziario 11.00 del 28.6: prolungato l'allarme canicola
Notiziario 11.00 del 28.6: prolungato l'allarme canicola
 

"La temperatura sulla vetta della montagna, a 4'478 metri, è arrivata al di sopra degli zero gradi centigradi — ha illustrato lo scienziato —. La parte più alta della montagna è costituita dalla 'schistouille', un cumulo di rocce unito dal permafrost, il terreno perennemente ghiacciato", si legge nell'intervista pubblicata sul quotidiano vallesano "Le Nouvelliste".

"Se questo si scongela, le pietre cadranno", conclude Glassey.

ATS/px
Condividi