Il satellite "flessibile" è in orbita

Eutelsat Quantum permetterà di fornire una copertura mobile per aerei, navi o servizi governativi in caso di disastri naturali

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Eutelsat Quantum, il primo satellite commerciale al mondo completamente riprogrammabile, ce l'ha fatta. Decollato dalla Guyana francese a bordo di un razzo Ariane 5 venerdì sera (le 23.00 svizzere), è ora in orbita, inaugurando una nuova era di comunicazioni più flessibili. La missione, durata circa 37 minuti, prevedeva di portare nello spazio anche il satellite Star One D2 di Embratel, società di telecomunicazioni brasiliana.

La flessibilità della tecnologia sviluppata dell’operatore francese Eutelsat permetterà ad esempio di fornire una copertura mobile per aerei, navi o servizi governativi in caso di disastri naturali o eventi unici. "È il primo satellite commerciale guidato da un software con la capacità di cambiare la frequenza, la potenza, la direzione e la forma dei fasci che vengono trasmessi verso la Terra", ha spiegato Simon Weinberg, responsabile del progetto Quantum, ESA. Il satellite sarà funzionante per 15 anni.

FD
Condividi