Con questo sul fondo del Mare di Weddell
Con questo sul fondo del Mare di Weddell (ansa)

L'Antartide, perla da salvare

Greenpeace ha ripreso per la prima volta la vita sui fondali dell'Oceano Antartico

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Greenpeace ha diffuso mercoledì le prime spettacolari immagini girate sui fondali marini dell'Antartide, mai esplorati prima, riprese da un sottomarino nel Mare di Weddell.

I fondali appaiono ricchi di vita, ma, precisa l’associazione ambientalista, "indicano anche la vulnerabilità di quest'ecosistema e la necessità di istituire un grande Santuario antartico per tutelarlo". L'operazione fa infatti parte di una campagna di sensibilizzazione per creare un’area protetta che copra 2 milioni di chilometri quadrati e che diventerebbe così la più grande della Terra.

Il Mare Antartico rappresenta il 15% della superficie oceanica del pianeta e ospita un ecosistema eccezionale, ricco di oltre 10’000 specie uniche, in gran parte preservate dall'attività umana, ma minacciate dallo sviluppo della pesca e della navigazione.

ATS/BRav

 

Condividi