Quattrocchi da pandemia

Uno studio universitario cinese ha riscontrato un netto aumento della miopia nei bambini durante il lockdown

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La pandemia mette a dura prova la vista dei bambini. Lo rivela lo studio dell'Università cinese di Hong Kong che ha monitorato 700 bambini fra i 6 e gli 8 anni durante il lockdown quando le lezioni erano via skype e la possibilità di uscire a giocare con gli amici drasticamente ridotta. Risultato: i ragazzi trascorrevano molte ore davanti agli schermi dei loro tablet, smartphone e della televisione. Il 30% è diventato miope, quasi il triplo del tasso pre-pandemia Il caso della piccola Nicole, 8 anni, è emblematico: in soli sette mesi la sua miopia è passata da 400 gradi a 525. “A volte mi lacrimano gli occhi e vorrei chiuderli. Spesso mi sento stanca” ha ammesso la bambina rispondendo all’oculista. Per evitare questo boom di miopia i ricercatori raccomandano maggiori attività all’aperto per tutti gli scolari.

FP
Condividi