La roccia perforata dagli strumenti del rover per l'estrazione dei campioni
La roccia perforata dagli strumenti del rover per l'estrazione dei campioni (NASA)

Su Marte roccia di origine vulcanica

Perseverance alla ricerca di tracce di vita antica sul pianeta rosso: la presenza di sali nei campioni prelevati potrebbe rivelarsi indicativa

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Nuovi, interessanti sviluppi per la missione Perseverance su Marte. Il rover, secondo quanto riferito dalla NASA venerdì sera, ha infatti raccolto due campioni di una roccia che con ogni probabilità è di origine vulcanica. La presenza di sali in questi campioni, sottolineano gli esperti dell'ente spaziale degli Stati Uniti, è un indicatore di condizioni favorevoli per rilevare eventualmente tracce di vita microbica antica sul pianeta rosso.

I campioni estratti dalla roccia sono ora conservati in tubi sigillati
I campioni estratti dalla roccia sono ora conservati in tubi sigillati (NASA)

A inizio agosto non era riuscito un primo tentativo per prelevare un campione di pietra dal suolo marziano. La roccia che era stata individuata da Perseverance era risultata infatti troppo fragile. Il rover ha quindi selezionato una seconda roccia più dura, dalla quale sono stati estratti i due campioni. Essi hanno una lunghezza di circa 6 centimetri e sono stati collocati all'interno di tubi sigillati.

Red.MM/ARi

Condividi