In orbita per studiare mezzo migliaio di stelle luminose e i loro pianeti
In orbita per studiare mezzo migliaio di stelle luminose e i loro pianeti (SwissSpaceCenter EPFL)

Via libera al satellite ideato in Svizzera

Il progetto Cheops nel 2017 porterà in orbita un telescopio spaziale per svelare i segreti degli esopianeti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Via libera dell'agenzia spaziale europea (ESA) a CHEOPS, il progetto guidato dall'Università di Berna che punta a portare in orbita un telescopio entro alla fine del 2017 per svelare i segreti dei pianeti che si trovano al di fuori del sistema solare. L'apparecchio sarà realizzato, testato e tarato a Berna. Il relativo satellite verrà costruito in Spagna o Gran Bretagna e quindi vagliato in Svizzera, informa l’Università di Berna che collabora con il Centro spaziale svizzero del Politecnico di Losanna e il Politecnico di Zurigo.

Pesante quasi 200 chili, il satellite sarà equipaggiato da un telescopio lungo 1,5 metri con un diametro di 30 centimetri. Girerà attorno alla terra, alla frontiera tra giorno e notte, ad un’altezza di 800 chilometri dalla quale per tre anni osserverà mezzo migliaio di stelle particolarmente luminose. Inoltre dovrà caratterizzarne i pianeti.

ATS/Diem


Il sito di Cheops

Condividi