Apparecchiature per la mammografia
Apparecchiature per la mammografia (Keystone)

Cure ormonali a rischio cancro

I trattamenti contro gli effetti della menopausa aumentano il pericolo di tumore al seno - Le spiegazioni di Olivia Pagani

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le donne che seguono un trattamento ormonale contro gli effetti della menopausa sono leggermente più a rischio di sviluppare un cancro al seno. Lo conferma uno studio epidemiologico, per il quale sono state coinvolte più di 100'000 donne, pubblicato sulla rivista britannica The Lancet venerdì.

La ricerca, a differenza di altre sul tema, apre nuove strade quantificando per ogni tipo di trattamento il rischio, che aumenta secondo la durata, e dimostrando che dopo l'interruzione il pericolo persiste per almeno dieci anni.

RG 12.30 del 30.08.19: le spiegazioni di Olivia Pagani intervistata da Gino Ceschina
RG 12.30 del 30.08.19: le spiegazioni di Olivia Pagani intervistata da Gino Ceschina
 

 

I risultati suggeriscono che tutti i trattamenti ormonali sono associati ad un rischio maggiore, con l'eccezione dei gel estrogeni. Ad esempio, una donna di 50 anni che segue per cinque anni una terapia ormonale sostitutiva combinando estrogeni e progesterone continuamente ha una probabilità dell'8,3% di sviluppare il cancro al seno entro 20 anni dall'inizio del trattamento, mentre il rischio è solo del 6,3% per le donne della stessa età che non hanno ricevuto alcun trattamento.

La proporzione sarebbe del 7,7% per coloro che hanno ricevuto per la stessa durata del trattamento con estrogeni e progesterone a intermittenza (non tutti i giorni), e del 6,8% per coloro che vengono trattate con estrogeni da soli, secondo le stime dei ricercatori.

Cure ormonali a rischio cancro

Cure ormonali a rischio cancro

TG 20 di venerdì 30.08.2019

 
AFP/Nad/RG
Condividi