Espresso, ma quanto mi costi?

La pandemia ha portato a un aumento dei prezzi delle materie prima, anche del caffè

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il costo del caffè ha registrato un incremento del 20-25%, cifre importanti quando si parla di quintali, ma che per un tazzina, nella quale vengono utilizzati mediamente 7 grammi di caffè, l’incidenza è di circa 15 centesimi. La causa è da imputare sì alla pandemia, ma anche e soprattutto alla forte siccità dovuta al cambiamento climatico e all’incertezza politica della Colombia, grande produttore di caffè. La stessa situazione la riscontriamo in Brasile, dove la siccità ha portato ad un importante aumento del costo dei chicchi. Per i produttori questa situazione è difficile da superare, anche perché molti acquirenti hanno firmato contratti a lungo termine per bloccare il costo del caffè. L’unica nota postitiva, se così possiamo chiamarla, è che durante le chisure di bar e ristoranti le riserve sono aumentate, anche se non bastano per soddisfare tutti. Dvoremo quindi prepararci, a corto termine, ad un aumento generalizzato del costo del caffè, sia per quello che acquistiamo al supermercato, sia a quello che ci concediamo al bancone di un bar.

PP
Condividi