Territorio e tradizioni

Nebiopoli e i suoi Rioni del gusto

Dal 24 al 28 gennaio 2024 torna il carnevale di Chiasso con le sue tradizionali specialità

  • 18 January, 08:30
  • FOOD
Nebiopoli maccheronata
  • TIPRESS
Di: Patrizia Rennis

È il primo grande carnevale della Svizzera italiana sul calendario, grazie a una decisione presa dal Comitato Direttivo dal 2020, e l’unico carnevale ticinese a non essere una monarchia, ma una Libera Repubblica, Nebiopoli è infatti governato da un Primo Ministro. Vi raccontiamo un po’ di storia di Nebiopoli curiosando tra le varie leccornie tradizionali.

I Rioni del gusto

Il carnevale Nebiopoli ha una lunga tradizione e radici antiche, ma la manifestazione, come la conosciamo oggi, ha visto prendere forma nel 1960 quando, per la prima volta, i quattro Rioni di Chiasso - il Rione Cucù, il Rione la Maccheronata Mo-mo sciatt, il Rione Urani e il Rione Excelsior - si riuniscono nel Comitato cittadino Nebiopoli. A ogni Rione sono affidate gustose specialità carnescialesche.

Il Rione Cucù viene fondato nel 1939 al Bar Pace, il nome si ispira al canto del cuculo, proveniente dal bosco poco distante. Con la nascita del Rione si sono create alcune tradizioni culinarie ancora vive tutt’oggi come la busecca di domenica e gli gnocchi “cucuriti” (gnocchi al ragù);

Il Rione Urani è fra i più antichi e ha origine nei primi decenni del 1900, a quel tempo alcuni gruppi di abitanti di Boffalora - quartiere a nord di Chiasso - organizzavano nel parco del Boffalorino le feste di sant’Anna. Quando nel 1932, la filodrammatica chiassese organizza lo spettacolo di Guglielmo Tell, il gruppo volontari di Boffalora rappresenta la popolazione del Canton Uri, nasce così il nome “Urani”. È dal Rione Urani che nasce l’idea nel 1958 di unire i quattro Rioni in un comitato Nebiopoli. Il Rione è famoso per il suo risotto “urano” (risotto allo zafferano e funghi), talmente apprezzato che l’organizzazione viene chiamata anche durante l’anno e in altri Comuni per organizzare risottate.

Polpettine di risotto Urano dal Carnevale di Nebiopoli con Fabrizio Casati

5 volti noti della RSI. 5 ricette tipiche assegnate dai regnanti di 5 carnevali della Svizzera italiana. 8 i minuti per portarle a termine.

  • 20.02.2023
  • 18:40

Il Rione Esterrefatti del Rione Excelsior nasce dal Carnevale dell’Oratorio negli anni ‘60, con la fondazione del Comitato Nebiopoli diventa il Rione Excelsior e nel 2022 si fonde con Esterrefatti. Propone il suo spezzatino servito con la polenta nella giornata di domenica.

Il Rione la Maccheronata viene costituito nel 1954, quando un gruppo di amici, che si ritrovava regolarmente al Bar Varese, nel quartiere di Via Vacallo, decide di creare un’associazione di Carnevale dedicata ai maccheroni.
I membri decidono di costruire un carro, dedicato a Re Maccherone, per inaugurare la fondazione del gruppo. Quest’anno il Rione celebra 70 anni e come da tradizione i maccheroni (al sugo o al ragù) non possono mai mancare.

La tradizione del “secchiello del latte”

Come raccontano Silvano Pini, Primo Ministro di Nebiopoli, e Sandro Gerosa del Rione Urani: «Negli anni ‘60-’70 i piatti di Carnevale non si potevano mangiare sul posto, le persone si munivano del cosiddetto ‘secchiello del latte’ che veniva riempito di cibo per poi venir trasportato a casa e essere gustato. Sul posto, al massimo, si beveva un bicchiere di vino o si faceva un aperitivo» e aggiungono «alcune persone, che facevano più fatica a livello economico, riempivano il secchiello con il piatto offerto del giorno e così riuscivano a portare a casa pranzo e cena. Un’iniziativa bella, quindi, anche a livello sociale.»
«Con il passare del tempo - precisa Silvano Pini - si è cominciato a consumare i piatti anche sul posto, ma ancora oggi la tradizione dell’asporto con un secchiello o una pentola è viva e sentita».
Per cucinare la busecca si inizia con i preparativi alle 4 del mattino «è una pietanza che a casa molti ormai non fanno più, viene quindi molto apprezzata dalla popolazione che accorre con il proprio secchiello!» aggiunge Sandro Gerosa.

100 sono i chili di ragù preparati per i maccheroni, 300 quelli per gli gnocchi e 1000 sono le porzioni di risotto che vengono impiattate mediamente durante i giorni del carnevale di Nebiopoli.

Voglia di accaparrarsi almeno una specialità di Nebiopoli? Ecco i momenti di distribuzione al pubblico:
-serata di giovedì 25 gennaio 2024, maccheronata offerta
-serata di venerdì 26 gennaio 2024, gnocchi cucuriti offerti;
-domenica 28 gennaio 2024 a pranzo, polenta e spezzatino - dentro al capannone – e tutte le altre specialità come busecca, gnocchi, risotto e maccheroni nei vari rioni, per finire in grande stile e in piena festa.

A Chiasso ci si prepara per Nebiopoli

Il Quotidiano di martedì 09.01.2024

  • 09.01.2024
  • 18:00

Correlati

Ti potrebbe interessare