Mondo

Attivisti ambientali gettano purè su un Monet

Il gruppo Ultima Generazione in azione al Museo Barberini di Potsdam. Anche questa volta scelta un'opera protetta da un vetro

  • 23 ottobre 2022, 21:07
  • 23 giugno, 22:47
  • INFO

Notiziario 21.00 del 23.10.2022

Di: AFP/M. Ang.

Nuova azione degli attivisti ambientali che hanno gettano purè su un quadro di Claude Monet; anche questa volta hanno scelto di colpire un'opera protetta da un vetro "per attirare l'attenzione sui cambiamenti climatici che stanno distruggendo il pianeta. Cambiamenti climatici che sembrano scomparsi dall'agenda dei grandi della Terra, complici guerra in Ucraina e inflazione". Solo pochi giorni fa, era stata una zuppa di pomodoro a colpire il vetro di protezione dei 'Girasoli' di Van Gogh a Londra, in un'azione analoga.

Domenica due attivisti del gruppo di protesta per il cambiamento climatico 'Letzte Generation' (Ultima generazione), hanno imbrattato il vetro di protezione di un olio del pittore impressionista al Museo Barberini di Potsdam, in Germania. Il dipinto era protetto da un vetro, ha dichiarato il museo, aggiungendo che gli esperti non hanno riscontrato alcun danno. "Il quadro sarà di nuovo in mostra da mercoledì.

Il gruppo ambientalista ha postato su Twitter il video dell'attacco ad uno dei quadri della serie dei 'Covoni', tra i capolavori di Monet, in un'azione per chiedere ai politici di adottare misure per limitare il cambiamento climatico.

Dopo l'attacco, i due ambientalisti hanno incollato le loro mani sul muro sotto l'opera, appartenente alla collezione del donatore e multimiliardario Hasso Plattner ed esposto nella mostra permanente del museo. Un'azione ben organizzata, alla quale hanno partecipato altre due persone che hanno girato il video poi postato sui social. "Questo Monet è il palcoscenico" per trasmettere il loro messaggio, scrive il gruppo nel tweet che accompagna il video del gesto.

"Se è necessario" lanciare zuppe o purè su una tela "per ricordare alla società che la via del combustibile fossile ci sta uccidendo tutti, allora lanceremo purè di patate su un dipinto", continua il messaggio. "Siamo in una catastrofe climatica e tutto ciò di cui avete paura è di zuppa di pomodoro o purè di patate su un dipinto", grida un'attivista nel video. "Questo dipinto non varrà nulla se dovremo combattere per il cibo". L'episodio a Potsdam è solo l'ultimo assalto di una guerra all'arte portata avanti dagli attivisti climatici del mondo.

Vandalizzati i "Girasoli" di Van Gogh alla National Gallery di Londra

  • 14.10.2022
  • 13:00

Ti potrebbe interessare