Mondo

Cile: riaperte le indagini sulla morte di Pablo Neruda

Il decesso del poeta e premio Nobel per la letteratura avvenne alcuni giorni dopo il sanguinoso golpe perpetrato dalla destra nel 1973. Il nipote, dopo le analisi: “Trovata una tossina. Fu assassinato”

  • 20 febbraio, 19:43
  • 20 febbraio, 23:15
Neruda Pablo 4.3.13 ky.JPG

Pablo Neruda

  • AP/Keystone
Di: ATS/RSI Info

La Corte d’appello di Santiago ha deciso oggi la riapertura delle indagini sulla morte del poeta cileno Pablo Neruda, morte avvenuta alcuni giorni dopo il sanguinoso golpe perpetrato dalla destra nel 1973. Lo ha reso noto Radio Cooperativa.

Recenti analisi effettuate da un pool internazionale di esperti sui resti del premio Nobel per la letteratura - lo ricordiamo - hanno confermato la presenza di una tossina che avrebbe causato la morte del poeta il 23 settembre del 1973. "Adesso sappiamo che il 'clostridium botulinum' non avrebbe dovuto essere presente nelle ossa di Neruda e che è stato assassinato nel 1973 da agenti dello Stato cileno", aveva detto il nipote, Rodolfo Reyes.

Il batterio era stato individuato per la prima volta nel 2017, mettendo in dubbio la versione ufficiale, che parlava di un decesso derivato da un cancro alla prostata.

Neruda e il mistero della sua morte

Telegiornale 23.09.2023, 21:03

50 anni fa il colpo di Stato in Cile

Telegiornale 11.09.2023, 20:00

Isabel Allende, a 30 anni dal golpe di Pinochet

RSI Archivi 11.09.2003, 16:08

Cile, 50 di golpe

Telegiornale 13.09.2023, 20:00

50 anni dal golpe in Cile: il ricordo dell'esule cileno José Carrasco, che dal Cile arrivò in Ticino

RSI Ticino e Grigioni 08.09.2023, 16:31

  • RSI

Dal Cile alla Svizzera per un nuovo futuro

RSI Archivi 15.11.1973, 16:09

Sudamerica, un continente in divisa

RSI Archivi 05.04.1974, 16:08

Il Cile e i conti con il passato

Modem 30.08.2023, 08:30

  • Keystone

Correlati

Ti potrebbe interessare