Mondo

Italia, ecco il calendario del voto

Dopo lo scioglimento delle Camere, al via i preparativi in vista delle elezioni. Entro il 27 luglio la Farnesina deve ricevere gli indirizzi degli elettori all'estero

  • 22 July 2022, 06:58
  • 23 June 2023, 19:31
  • INFO
  • VOTO ITALIA
Il presidente della repubblica italiana Sergio Mattarella, all'atto della firma del decreto con cui, ieri, ha disposto lo scioglimento delle Camere.

Il presidente della repubblica italiana Sergio Mattarella, all'atto della firma del decreto con cui, ieri, ha disposto lo scioglimento delle Camere

  • Reuters
Di: ATS/Pa.St.

Con le dimissioni del premier Mario Draghi, e il conseguente scioglimento del Senato e della Camera dei deputati, giovedì in Italia sono ufficialmente partiti i preparativi in vista delle elezioni fissate per il prossimo 25 settembre.

L'Italia verso nuove elezioni

Telegiornale 22:00 di giovedì 21.07.2022

  • 21.07.2022
  • 20:00

Preparativi che sono scattati in piena estate. E non è infatti mancato un commento ironico da parte del deputato del Partito democratico Stefano Ceccanti, che ha lanciato l'hashtag #ViminaleBeach.

Fatto sta che l'elezione delle nuove Camere deve avere luogo entro settanta giorni dalla fine delle precedenti, come previsto dall'articolo 61 della Costituzione. Settanta giorni in cui sono fissate diverse scadenze. Ecco quali.

27 luglio: È il termine entro il quale il Viminale, ossia il ministero dell'interno, deve inviare alla Farnesina, il ministero degli esteri, gli elenchi degli elettori all'estero, che vengono costantemente aggiornati. La legge stabilisce infatti che devono essere inviati entro il 60esimo giorno antecedente le votazioni.

12-14 agosto: Entro Ferragosto i partiti devono depositare al Viminale i contrassegni e i simboli elettorali.

21-22 agosto: Sono i giorni riservati alla presentazione delle liste. Si tratta del 35esimo e del 34esimo giorno antecedente il voto. Le liste dei candidati vengono presentate negli uffici centrali elettorali costituiti presso le Corti d'Appello.

26 agosto: Dopo che i partiti hanno presentato le liste dei candidati, un mese prima del voto può iniziare ufficialmente la propaganda elettorale, con l'affissione dei manifesti.

25 settembre: Sarà il giorno delle elezioni.

15 ottobre: Entro questa data deve tenersi la prima seduta del nuovo parlamento. A stabilirlo è sempre l'articolo 61 della Costituzione, in base al quale "la prima riunione" delle Camere "ha luogo non oltre il 20esimo giorno dalle elezioni". Finché non sono riunite le nuove Camere, lo prevede ancora l'articolo in questione, "sono prorogati i poteri delle precedenti".

Ti potrebbe interessare