Mondo

Nuova Zelanda, niente tabacco alle nuove generazioni

Il Paese adotta una legge fra le più severe per contrastare il fumo: chi è nato dal 2009 in poi non potrà mai comprare sigarette

  • 14 dicembre 2022, 10:41
  • 24 giugno 2023, 02:36
  • INFO
Un modo per liberare progressivamente il Paese dal fumo

Un modo per liberare progressivamente il Paese dal fumo

  • keystone
Di: ATS/pon

È una novità assoluta la strategia adottata dal Governo neozelandese, che ha approvato una legge secondo cui a partire dal primo gennaio sarà vietata la vendita di tabacco ai nati dopo il 2008. Non un limite di età, quindi, ma un vero e proprio spartiacque dettato dall'anno di nascita per ridurre progressivamente i consumatori. Chi è venuto al mondo dal 2009 in poi, di conseguenza, per tutta la vita non potrà comprare legalmente delle sigarette.

La norma sarà accompagnata da una serie di altre misure, compresa una drastica riduzione della quantità legale di nicotina e delle tabaccherie autorizzate: da 6'000 punti vendita si scenderà a 600 in tutto il Paese.

Già oggi secondo dati ufficiali di novembre è fumatore soltanto l'8% dei cittadini adulti, mentre l'8,3% svapa, un dato in aumento. "Migliaia di persone vivranno vite più lunghe e più sane e il sistema sanitario guadagnerà 5 miliardi di dollari non avendo bisogno di curare le malattie causate dal fumo", ha spiegato la ministra associata della salute Ayesha Verrall.

Stretta sul fumo elettronico

Il Quotidiano 31.05.2022, 19:00

Ti potrebbe interessare