Mondo

Pandoro Balocco-Ferragni, per la giudice ci fu l’inganno

La sentenza: nell’azione dell’industria dolciaria piemontese di Fossano (Cuneo) una “pratica commerciale scorretta” - I consumatori: “Aperta la porta ai risarcimenti”

  • 23 aprile, 21:29
  • 23 aprile, 21:34
  • INFO
Chiara Ferragni

Chiara Ferragni

  • Reuters
Di: ATS/RSI Info

La campagna di comunicazione per il pandoro ‘Pink Christmas’, griffato dall’influencer Chiara Ferragni, ha ingannato i consumatori. E’ la conclusione alla quale è giunta la giudice della prima sezione del Tribunale civile di Torino, Gabriella Ratti, che ha accolto il ricorso presentato dalle associazioni di consumatori Codacons, Adusbef e Utenti dei servizi radiotelevisivi.

La sentenza riconosce nell’azione dell’industria dolciaria piemontese, che ha sede a Fossano (Cuneo), una “pratica commerciale scorretta” in violazione del Codice del consumo, in merito alla campagna di beneficenza legata al dolce, con proventi destinati all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino. La sentenza - secondo le associazioni di consumatori - “apre la porta ai risarcimenti”.

Chiara Ferragni nella bufera

Telegiornale 19.12.2023, 20:00

Correlati

Ti potrebbe interessare