Mondo

Putin: il ritiro di Kiev condizione per la pace

Il presidente russo ha incontrato Viktor Orban - Mosca respinge anche la proposta di cessate il fuoco - Critiche sul premier ungherese che promette di continuare nella sua azione solitaria

  • 5 luglio, 17:05
  • 5 luglio, 17:12

Notiziario

Notiziario 05.07.2024, 16:00

  • Keystone
Di: Agenzie/RSI Info

Il ritiro delle truppe di Kiev dalle regioni ucraine rivendicate dalla Russia è una delle condizioni per mettere fine al conflitto. Lo ha detto Vladimir Putin in conferenza stampa con Viktor Orban. Il presidente russo ha anche respinto la proposta di un cessate il fuoco avanzata dal premier ungherese “perché la Russia vuole una piena e definitiva conclusione del conflitto” ed ha definito le relazioni UE-Russia “ai minimi storici”. Ha poi accusato Zelensky di non volere una tregua “perché altrimenti dovrebbe andare a elezioni”.

Orban ha detto di voler continuare gli sforzi per ristabilire il dialogo con Mosca ed ha spiegato che i vertici della NATO (di cui l’Ungheria è membro) sono stati informati del viaggio, anche se il premier non è latore di alcun messaggio da parte dall’alleanza. Il colloquio è stato definito “franco e utile” da Vladimir Putin. Orban non ha portato a Putin alcun messaggio di Zelensky, che ha incontrato due giorni fa, hanno detto ai giornalisti fonti del Cremlino.

Fuoco di critiche sul premier ungherese

La decisione di Orban di recarsi a Mosca viene criticata da diverse cancellerie occidentali, che sottolineano come il premier non abbia alcun mandato per occuparsene. Si tratta, in altre parole, di una “iniziativa privata” non concordata preventivamente con gli altri partner UE o NATO, come già aveva fatto notare il presidente del Consiglio europeo Charles Michel.

“Orban a Mosca non rappresenta l’UE, dice il cancelliere tedesco Scholz. “Orban è sleale e prende in giro il popolo ucraino”, gli fa eco il premer svedese Kristersson. Per la premier estone Kaja Kallas, designata a succedere a Josep Borrell alla guida della politica estera UE, “Orban sfrutta la presidenza per seminare confusione”.

Per Ursula von der Leyen - che ha affidato i propri pensieri a un tweet - l’acquiescenza non fermerà Putin, ma solo l’unità e la determinazione. La Commissione non è stata informata e vede nella visita il rischio di minare l’unità degli occidentali. La premier italiana Giorgia Meloni non ha ancora commentato, ma per il ministro degli esteri Tajani “non mi pare il momento di fare visite a Mosca”.

“Non ho un mandato, sto semplicemente visitando posti dove è in corso una guerra che può avere un impatto sull’Ungheria e pongo delle domande”, ha detto Orban in un’intervista a Radio Kossuth (primo canale della radio pubblica ungherese) ripresa dall’agenzia russa Tass.

Orban da Putin

Telegiornale 05.07.2024, 12:30

Correlati

Ti potrebbe interessare