Salute

Ricercatori trovano il Long Covid nel sangue

Identificata un’alterazione delle proteine che potrebbe servire per diagnosticare e (forse) curare la malattia con maggior precisione

  • 19 gennaio, 07:40
  • 8 maggio, 07:40
  • INFO
Tracce di long Covid nel sangue

I ricercatori hanno analizzato il siero di 113 persone infette da Covid-19 e 39 sane

  • Keystone
Di: ATS/RSI Info

Un team di ricercatori di Zurigo ha identificato una specificità nelle proteine del sangue delle persone che soffrono di Long Covid. Questo potrebbe essere utilizzato per diagnosticare meglio il problema e forse anche per trattarlo in modo più mirato.

I ricercatori dell’Università e dell’Ospedale di Zurigo hanno analizzato più di 6’500 proteine nel siero del sangue di 113 persone infette da Covid-19 e di 39 persone sane, secondo lo studio pubblicato giovedì sulla rivista “Science”. Nelle persone infette, 40 delle quali hanno sviluppato un Long Covid, hanno riesaminato il modello ematico dopo sei e dodici mesi.

Nel siero delle persone con Covid-19 di lunga durata è stata riscontrata un’alterazione delle proteine legate al cosiddetto sistema del “complemento”, che fa parte del sistema immunitario. Tale sistema, che combatte le infezioni, “nei casi di Long Covid non torna al suo stato di riposo come dovrebbe dopo l’infezione”, ha spiegato Onur Boyman, responsabile dello studio, “e quindi causa danni alle cellule”.

RG 07.00 del 19.01.2024 - Il servizio di Michèle Volontè

RSI Salute 19.01.2024, 07:38

Correlati

Ti potrebbe interessare