Svizzera

Asilo e calcio, milioni in più dal Consiglio nazionale

La Camera bassa ha approvato undici crediti supplementari, tra cui spiccano i 15 milioni all’Euro femminile di calcio e, contrastati dall’UDC, i 255 milioni in più per le strutture d’accoglienza

  • 28 maggio, 12:09
  • 28 maggio, 12:09
  • INFO
528409184_highres.jpg

L'attaccante della nazionale elvetica Ana-Maria Crnogorcevic

Di: ATS/RSI Info

Il Consiglio nazionale ha approvato martedì undici crediti supplementari richiesti dal Consiglio federale per l’anno in corso. Tra questi spiccano i 255,1 milioni di franchi per l’asilo. Via libera anche al sostegno federale per l’Euro di calcio femminile previsto nel 2025 in Svizzera.

Euro femminile di calcio e turismo

Secondo la Camera del popolo, l’evento sportivo dovrebbe ricevere un sostegno di 15 milioni di franchi, 11 milioni in più rispetto ai 4 richiesti dal Governo. Questa somma dovrebbe essere utilizzata per promuovere lo sport, la comunicazione e l’integrazione dei trasporti pubblici nei biglietti dell’evento. Un quinto di questo aumento dovrà essere compensato all’interno dei dipartimenti.

Con 100 voti a 93, è passato anche un credito supplementare di 1 milione di franchi e un credito d’impegno di 5 milioni di franchi per Svizzera Turismo. Il PLR e l’UDC si sono opposti. I deputati hanno approvato gli stessi importi per l’Ufficio federale dei trasporti (UFT) per un biglietto combinato nei trasporti pubblici.

Più soldi per i centri federali per l’asilo

Via libera anche ai crediti supplementari per la politica di accoglienza. Il tutto alla luce del fatto che la Segreteria di Stato per la migrazione (SEM) prevede 33’000 domande di asilo per il 2024, a cui si aggiungono circa 25’000 domande per lo status S, un numero significativamente superiore a quello preventivato (rispettivamente 20.000 e 10.000 domande).

Il Consiglio federale ha richiesto e ottenuto martedì dal Consiglio nazionale 255,1 milioni di franchi svizzeri supplementari. Di questa somma, 239 milioni di franchi sono necessari per gestire le strutture di accoglienza aggiuntive e creare posti di alloggio supplementari.

I restanti 16,1 milioni di franchi andranno utilizzati per aumentare la capacità amministrative della SEM, creando posti temporanei aggiuntivi per evitare un ulteriore aumento dell’arretrato nelle domande d’asilo. “La Svizzera deve assumersi le proprie responsabilità”, ha dichiarato il deputato Laurence Fehlmann Rielle (PS/GE) a nome della commissione.

L’UDC si è opposta al pacchetto nel suo complesso. Il democentrista svittese Roman Bürgi ha sottolineato la necessità di migliorare l’efficienza dell’amministrazione. Ha deplorato il fatto che la Confederazione non abbia alcun controllo sulle cifre o sui costi dell’asilo. Il PLR, da parte sua, ha chiesto una riduzione di 71,7 milioni delle spese operative a 167,3 milioni. Peter Schilliger (PLR/LU) ha sostenuto che l’obiettivo era quello di aumentare la pressione per risolvere i casi più rapidamente. La sua proposta è stata respinta con 98 voti favorevoli e 95 contrari.

Complessivamente, la Camera bassa ha approvato crediti aggiuntivi di 605,5 milioni di franchi, due milioni in più di quanto richiesto dal Consiglio federale. Con 127 voti favorevoli e 63 contrari, i deputati hanno inoltre approvato i conti della Confederazione per il 2023, che presentano un deficit strutturale di 1,4 miliardi di franchi. Il Consiglio degli Stati deve ancora pronunciarsi.

Radiogiornale delle 07:00 del 28.05.2024: il lancio della sessione estiva delle Camere federali, di Gian Paolo Driussi

RSI Svizzera 28.05.2024, 12:08

Correlati

Ti potrebbe interessare