Ticino e Grigioni

ARP, nuova autorità in vista

Il Cantone vuole istituire un nuovo ufficio giudiziario specializzato in diritto di protezione. Messaggio entro fine anno

  • 7 May 2020, 18:45
  • 9 June 2023, 22:43

CSI 18.00 del 07.05.2020 - Frida Andreotti al microfono di Francesca Torrani

RSI Ticino e Grigioni 07.05.2020, 20:21

  • Archivio TI-Press
Di: CSI/dielle

Il Governo ticinese intende istituire una nuova autorità giudiziaria specializzata nel diritto di protezione, rendendo di fatto le attuali autorità regionali di protezione (ARP) superate. La nuova autorità si presenterà come un nuovo soggetto nel settore del diritto di famiglia. La novità è emersa al termine dell'analisi eseguita dal gruppo di esperti e il messaggio governativo arriverà in Parlamento entro la fine dell'anno.

“Lo scopo definito dalla legge è quello di applicare il diritto di protezione – spiega alla RSI la direttrice della Divisione giustizia Frida Andreotti –, e questo non cambierà rispetto a oggi. Non si tratta pertanto di un fallimento, quanto piuttosto un cambiamento organizzativo. Si passerà da autorità comunali ad autorità cantonali, che saranno delle vere e proprie autorità giudiziarie che applicano il diritto civile”.

Le ARP sono spesso state al centro di polemiche, e con questa “rivoluzione” si vuole anche dar più forza alle decisioni emanate: “L’autorevolezza delle decisioni sarà così incrementata, rispondendo a una chiara richiesta sia dei cittadini oggetto delle decisioni, sia verso l’estero, dove riscontriamo problemi di riconoscimento delle decisioni delle attuali autorità di protezione negli stati esteri che non conoscono il nostro sistema”.

Concretamente il cittadino si troverà davanti a un giudice e a dei membri specializzati in ambito psicologico ed educativo. “Le richieste saranno quindi esaminate da un gremio specializzato” conclude Andreotti.

Ti potrebbe interessare