Ticino e Grigioni

CS, Esisuisse getta acqua sul fuoco

Chi ritira i depositi fa bene? No, secondo Lukas Metzger perché la banca ha capitale proprio e liquidità. Inoltre fino a 100'000 franchi la somma è garantita

  • 16 marzo 2023, 17:10
  • 24 giugno 2023, 05:38
  • INFO
I clienti delle banche svizzere sono tutelati dalla perdita dei propri depositi fino a 100'000 franchi

I clienti delle banche svizzere sono tutelati dalla perdita dei propri depositi fino a 100'000 franchi

  • Ti Press
Di: RG/red. MM

Negli ultimi mesi c'è stata una fuga di capitali da Credit Suisse, con molti clienti evidentemente preoccupati. Eppure in Svizzera esiste un meccanismo ben definito per proteggere i depositi dei clienti. Si parla spesso dei 100'000 franchi garantiti in caso di fallimento, anche se il caso Credit Suisse è un po' diverso.

Una banca che fallisce. Può capitare e in Svizzera è già capitato, negli ultimi anni nel caso di piccole banche private: è il momento nel quale entra in gioco l'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (Finma) assieme a un altro nome meno noto: Esisuisse, un organismo di autodisciplina delle banche elvetiche, che tutela i clienti dalla perdita dei propri depositi fino a un importo, appunto, di 100'000 franchi.

Funziona così: prima si esaurisce la liquidità della banca e, se necessario, si attinge a un'apposita riserva di 8 miliardi di franchi. Dal 2007 è capitato 9 volte, con piccole banche e piccoli importi. Ma che dire di un gigante come Credit Suisse? Era giustificata la reazione dei clienti che hanno riritato i propri depositi?

Del tutto inutile, secondo il vice-direttore di Esisuisse, Lukas Metzger, perché la banca ha capitale proprio e liquidità a sufficienza, in altre parole sarebbe in grado di restituire in ogni momento i soldi ai clienti.

Ma c'è di più. A proteggere i clienti, anche al di là della soglia dei 100'000 franchi, c'è un altro meccanismo, che riguarda le grandi banche svizzere, il Too big to fail (troppo grandi per fallire).

Cio significa - spiega Ancora Metzger - che queste banche hanno piani di emergenza; prevedono che le funzioni rilevanti per il sistema, come il traffico dei pagamenti e l'accesso ai depositi, continuino a funzionare.

Diversi i meccanismi delle regole Too big to fail, tra queste quella che staccherebbe gli affari con i clienti svizzeri dal resto della banca proprio per proteggere i depositi. Non una vera e propria garanzia statale, ma un meccanismo che dovrebbe rendere remoto lo scenario di un fallimento.

Il problema: il Too big to fail, introdotto dopo la crisi finanziaria del 2008, non è mai stato messo alla prova.

RG 09.00 del 16.3.2023 Il servizio di Marzio Minoli

RSI Svizzera 16.03.2023, 09:41

Ti potrebbe interessare