Falò

Dal Ticino alla Turchia per rifarsi la chioma

La perdita di capelli è un problema diffuso; molte persone per rimediare si sottopongono a trapianti spesso recandosi fino a Istanbul: sul Bosforo ci sono centinaia di cliniche e i prezzi sono molto più bassi che in Svizzera

  • 8 December 2023, 09:37
  • 8 December 2023, 09:56
  • INFO
  • Falò

Belli capelli - Amazzonia da salvare - I tesori dei ghiacciai

di Katia Ranzanici, Andrea Campiotti, Emiliano Guanella e di François Ruchti

Di: Katia Ranzanici

La perdita di capelli colpisce quasi un uomo su due, ma è un problema che riguarda anche le donne.

Quando la calvizie incombe giovani e meno giovani sono disposti a fare quasi tutto per colmare i vuoti: dal trapianto di capelli alla tricopigmentazione al patch cutaneo.

Incontriamo Adam, di professione hair stylist, tre settimane fa ha fatto il trapianto di capelli e solo guardandolo da molto vicino ci si accorge.

Immagine1.jpg

Adam

  • RSI

“Quando dicevo che avevo questo disagio dei capelli mi dicevano ma tanto sei un ragazzo. Si ma un ragazzo comunque lavora nel mondo della bellezza e ho comunque uno specchio puntato davanti tutta la giornata, quindi la mia immagine è sempre costantemente riflessa. Mi vedo tutto il giorno e come posso dire ti puoi vestire bene, ma se i capelli non sono in ordine?”, spiega ai microfoni di Falò.

Immagine2.jpg

Prima del trapianto

  • RSI

Adam è andato a Istanbul a fare l’intervento. Quando si parla di trapianto di capelli, raramente si pensa alla Svizzera, ma piuttosto alla Turchia. Solo nella città sul Bosforo ci sono oltre 350 cliniche specializzate, disposte a compiere il miracolo a meno di 3’000 euro rispetto agli 8-10’000 richiesti in Europa. 

Immagine3.jpg

Sébastien Reuille prima del triapianto

Sébastien Reuille è un’icona dell’hockey svizzero. Nel 2019 ha appeso pattini e casco al chiodo. Avendo più tempo per guardarsi allo specchio ha visto giorno dopo giorno sempre meno capelli da pettinare. Alla RSI spiega: “Io non vivevo bene la perdita di capelli, quei pochi che avevo sopra li tiravo da una parte all’altra per poter coprire il vuoto. Ho fatto il trapianto di capelli in Turchia e oggi mi sento molto meglio quando mi guardo allo specchio. Tutti mi dicono che sembro più giovane di dieci anni. 

Immagine4.jpg

Dopo il trapianto

Raffaele Grillo è il direttore della Clinica del capello di Lugano. Ogni anno organizza dai 250 ai 300 trapianti di capelli in una clinica accreditata ad Istànbul. “La prima cosa che ho fatto è chiedere appunto se la clinica era riconosciuta dal sistema sanitario turco, poi io stesso mi sono sottoposto al trapianto di capelli, mi è servito per capire la qualità, l’igiene la pulizia pil loro modo di operare il loro modo di assisterti anche dopo l’intervento”, racconta.

La Turchia attira sempre più pazienti stranieri per la qualità dei trattamenti e soprattutto per i prezzi concorrenziali. Lo scorso anno un milione di persone ha raggiunto Istanbul per cercare di recuperare i capelli persi nel tempo. Un business medico valutato a 2 miliardi di euro.

Nagihan Akbas è la fondatrice della clinica Estepalace. Infermiera di professione, da 15 anni è specialista in trapianti di capelli e ai nostri microfoni spiega: “Abbiamo clienti dall’Italia, dall’Inghilterra dalla Turchia e naturalmente dalla Svizzera. Sono soprattutto uomini dai 21 ai 62 anni. Ci sono giorni che facciamo dai 5 agli 8 interventi.”

Immagine5.jpg

Nagihan Akbas

Infine, Sergio e Raffello si sono appena sottoposti al trapianto di capelli, loro, come altre migliaia di persone, arrivano a Istanbul con chiome striminzite e se ne vanno con la testa rasata e arrossata e la speranza di una giovinezza ritrovata. 

Immagine6.jpg

Dopo il trapianto

Immagine7.jpg

Dopo il trapianto

Ti potrebbe interessare