Ticino e Grigioni

Officine, piovono i ricorsi

I contrari hanno motivato le loro opposizioni fatte a Berna contro lo spostamento ad Arbedo-Castione

  • 6 settembre 2018, 17:07
  • 9 giugno 2023, 00:02

Notiziario 15.00 del 6.9.2018

RSI Ticino e Grigioni 06.09.2018, 17:08

  • Tipress
Di: CSI/sulma/dg

Sono dieci le opposizioni e sette le prese di posizione inoltrate contro la decisione d’insediare le Officine delle Ferrovie federali ad Arbedo-Castione e su cui dovrà pronunciarsi l’Ufficio federale dei trasporti.

Tra queste c’è quella di Bodio, Giornico e Personico, i quali chiedono che la candidatura dell’area dell’ex Monteforno venga rivalutata. Un’ipotesi che, com’è stato sottolineato giovedì durante una riunione sul tema svoltasi nel primo dei comuni succitati, è stata scartata sulla base di valutazioni “palesemente soggettive, con ponderazioni troppo penalizzanti, volte a dimostrare che quella scelta fosse l’unica ubicazione possibile”, non tenendo conto invece dei molti vantaggi insiti nell'alternativa, primo fra tutti quello del rilancio di un’intera regione.

CSI 18.00 del 06.09.2018 Il servizio di Amanda Pfändler

RSI Ticino e Grigioni 06.09.2018, 20:04

  • tipress

Passi analoghi sono stati compiuti da Biasca e dalla Commissione regionale dei trasporti delle Tre Valli, che temono si vanifichi l’idea di creare una stazione capolinea nel borgo.

Ficedula, WWF e Pro Natura, dal canto loro, sono scese in campo per difendere la conservazione degli 80'000 metri quadrati di terreno agricolo che verrebbero sacrificati per la realizzazione dello stabilimento là dove prevede l’ex regia, terreno per di più destinato all’avvicendamento delle colture e quindi protetto da una legge federale. Tesi condivisa dall’Unione dei contadini, a sua volta artefice di un ricorso.

Ricorsi contro le Officine a Castione

Il Quotidiano 06.09.2018, 21:00

Ti potrebbe interessare