Ticino e Grigioni

Una bussola durante la separazione

Proposti per la prima volta, i corsi per genitori che stanno o si sono già lasciati hanno destato molto interesse - La mediatrice: “Al centro i bisogni dei figli”

  • 7 December 2023, 04:49
  • INFO

SEIDISERA del 06.12.2023: Un corso per separarsi

Di: SEIDISERA/Lara/RSI Info

“Il fatto che si siano iscritti più di 60 genitori in poco tempo significa che davvero c’è un bisogno molto forte che va ascoltato”, dice la coordinatrice delle formazioni, la mediatrice familiare Valentina Testoni. Fornire una bussola a mamme e papà che si stanno o che sono già da tempo separati era l’obiettivo degli incontri proposti, fra ottobre e novembre, dall’Associazione delle famiglie monoparentali e ricostituite. Diversi i moduli proposti, alcuni più teorici si sono svolti online, altri in presenza. Per il Ticino si è trattato di una prima.

Gli aspetti che entrano in gioco sono molteplici. “Nonostante il diffondersi delle separazioni e dei divorzi sia un fatto sempre più comune, è sempre un salto nel vuoto - sottolinea Testoni -. Per la coppia che affronta questo momento c’è bisogno di informazioni legali, pratiche, affettive, emotive e anche finanziarie. Ma serve anche un accompagnamento che possa aiutare i figli ad affrontare al meglio la situazione. Un aspetto importante è come dire determinate cose”.

Una parte dei corsi erano incentrati sui figli e quella che è stata chiamata una guida affettuosa. “Si parla spesso dei diritti dei bambini, ma quando si trovano al centro di una disputa genitoriale è molto difficile, anche umanamente, visto che gli adulti sono in sofferenza, fermarsi, ascoltare qual è il loro reale bisogno. Questi moduli volevano mettere l’accento proprio sul bisogno dei figli”.

Corsi di questo genere applicano differenti modelli. “Abbiamo scoperto che a Zurigo sono molto avanti - dice Testoni -. Molto spesso sono i giudici a invitare la coppia ad andarci. La coppia viene però divisa in modo che non si creino situazioni conflittuali durante il corso. Noi non l’abbiamo fatto, ma ci siamo accorti che è meglio questo modo di procedere”.

Di questa prima esperienza si farà tesoro in primavera, quando i moduli verranno riproposti in una formula ampliata. Ci saranno altri temi e la coordinatrice anticipa che ci sarà, ad esempio, un modulo specifico sui nonni.

La testimonianza: “Mi sono sentita molto sola”

Una donna, di 40 anni, del Locarnese ha raccontato alla RSI la propria esperienza: “Sono separata, di fatto, già da tre anni. Non è ancora un divorzio, ma ci stiamo arrivando. Ho due bimbe che vivono prevalentemente con me, ma vedono il papà molto regolarmente tutti i weekend. Anche due volte la settimana. Sicuramente a livello emotivo una separazione porta sofferenza per entrambi”. Parlando di quel momento molto difficile, la donna evidenzia un aspetto: “Mi sono sentita molto sola in quel momento., perché non sai dove sbattere la testa. Non sai nemmeno bene dove reperire le informazioni. Ci fossero stati questi corsi in quel momento della mia vita, probabilmente, mi avrebbero aiutato. È importante avere risposte alla proprie domande. Domande che non ci fanno dormire”.

Correlati

Ti potrebbe interessare