Diversi investitori mediorientali sono interessati al Credit Suisse. (Keystone)

Credit Suisse sempre più mediorientale

Il fondo sovrano del Qatar intende aumentare la sua quota nell'istituto di credito di Paradeplatz

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Credit Suisse sarà sempre più mediorientale. Come rivela il Financial Times oggi, mercoledì, il fondo sovrano del Qatar intende aumentare la sua quota nell'istituto di credito di Paradeplatz.

"Ai più il nome Qatar Investment Authority dirà poco o nulla", rileva Johnny Canonica della redazione economica della RSI. "Di fatto è il fondo sovrano del Qatar, che detiene investimenti per circa 450 miliardi di dollari in tutto il mondo. Tra questi anche una quota in Credit Suisse, il 5% del capitale azionario, quota che ora intende aumentare approfittando della sottoscrizione privilegiata di nuove azioni prevista dall'operazione di aumento di capitale, annunciata giovedì scorso dai vertici della banca".

Una volta concluso l'aumento di capitale che, ricordiamo, dovrà venire approvato dall'assemblea generale degli azionisti in agenda il 23 novembre, circa un quarto del capitale azionario di Credit Suisse sarà detenuto da investitori mediorientali. Nella fattispecie la Saudi National Bank, il gruppo olandese e Qatar Investment Authority.

 
Qatar vuole più azioni di Credit Suisse

Qatar vuole più azioni di Credit Suisse

TG 12:30 di mercoledì 02.11.2022

 
redMM
Condividi