La più recente realizzazione del gruppo: il centro abitativo e di cura Comacini di Chiasso (©Ti-Press/Davide Agosta)

Il Tertianum passa di mano

La Comco ha autorizzato la cessione al fondo Capvis del gruppo che conta circa 4'900 collaboratori

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il gruppo Tertianum, attivo su scala nazionale nei servizi di cura e assistenza per le persone della terza e quarta età, presente anche in Ticino (Residenza al Parco di Muralto, Residenza al Lido di Locarno, Parco Maraini a Lugano, Al Vigneto di Tenero, Turrita a Bellinzona e Centro Comacini di Chiasso) e nei Grigioni (Coira e Zizers), può passare di mano. La Commissione federale della concorrenza ha autorizzato il cambio di proprietà dalla Swiss Prime Site - la più grande società immobiliare elvetica quotata in borsa - a Capvis Equity, un fondo consigliato dalla società di investimento Capvis di Baar.

L’operazione sarà conclusa nelle prossime settimane. Riguarda la cessione della gestione operativa di oltre 80 strutture di cura e centri abitativi in tutta la Svizzera. Per i circa 4’900 dipendenti di Tertianum e la dirigenza non sono previsti cambiamenti.

Swiss Prime Site manterrà la proprietà di 16 immobili e dei progetti riguardanti altri quattro stabili. Ciò per mantenere una buona diversificazione del portafoglio immobiliare.

Tertianum è presente in 16 cantoni. Nel 2019 ha realizzato un fatturato di 520 milioni di franchi. Per quest’anno è prevista l'apertura di due nuovi complessi: uno a Schlieren (Am Rietpark), l'altro a Lugano (Cornaredo).

Diem/ATS
Condividi