UBS a giudizio in Francia per quello che è ritenuto un vasto sistema di frodi finanziarie (Reuters)

UBS rischia multa da 1,9 miliardi

Lo Stato francese chiede una sanzione molto severa contro il colosso bancario sospettato di un "vasto sistema di frode e riciclaggio"

Lo Stato francese, costituitosi parte civile nel processo intentato contro UBS in corso a Parigi, ha chiesto mercoledì un "risarcimento di 1,6 miliardi di euro" (circa 1,9 miliardi di franchi) per sanzionare un vasto "sistema di frode e riciclaggio di denaro". L’avvocato dello Stato ha invitato la Corte parigina a pronunciarsi su tale sistema, praticato a lungo "grazie alla compiacenza di banche pronte a chiudere un occhio sulla situazione dei loro clienti nelle rispettive nazioni d’origine".

Sono tutte accuse che UBS respinge con fermezza, mentre è giudicata per aver inviato dei funzionari in Francia tra il 2004 e il 2012 allo scopo di convincere i clienti di UBS France, scelti durante ricevimenti, tornei sportivi o battute di caccia, ad aprire conti non dichiarati in Svizzera. La posta in gioco è notevole per la casa madre, che rischia una multa che potrebbe raggiungere la metà dei fondi che si presume siano stati nascosti e che gli investigatori valutano in oltre 10 miliardi di euro (quasi 11,9 miliardi di franchi).

ATS/AFP/Reuters/EnCa
Condividi