(KEYSTONE)

Vietati i vaccini antinfluenzali Novartis

Dopo Crucell, nuovo caso in Italia; anche l'Austria frena

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Ministero della Salute e l'Agenzia italiana del farmaco (AIFA) hanno disposto il divieto immediato, a scopo cautelativo e in attesa di ulteriori indagini, dell'utilizzo di alcuni vaccini antinfluenzali Novartis.

''Ai cittadini è richiesto di non acquistare né utilizzare tali vaccini fino a nuova comunicazione”, viene scritto in una nota delle autorità nella quale vengono ricordati anche i preparati bloccati. La scorsa settimana Roma avevano deciso il ritiro di 65'000 dosi di vaccino prodotti dall'azienda Crucell.

Ulteriori controlli

I vaccini vietati sono ''Agrippal; Influpozzi sub unità; Influpozzi adiuvato; Fluad” prodotti dalla Novartis. L'AIFA, sulla base della documentazione presentata dall'azienda, ha stabilito la necessità di ulteriori verifiche circa la qualità e la sicurezza degli stessi, dal momento che questi potrebbero presentare una aumentata reattogenicità, cioè la capacità di indurre effetti collaterali e reazioni indesiderate.

Alcune cifre

Si stima siano di 6 milioni le dosi di vaccino della Novartis sul mercato italiano dove vengono utilizzati 12-14 milioni di dosi per campagna antinfluenzale. Secondo quanto appreso, il provvedimento deciso oggi riguarderebbe circa 500'000 dosi attualmente
distribuite.

Anche l'Austria frena

Intanto, in serata, anche la autorità austriache hanno annunciato il blocco dei vaccini di Novartis, ha detto all'agenzia APA un portavoce della filiale austriaca della casa farmaceutica elvetica. Le decisione è stata presa a scopo precauzionale e in seguito alle misure adottate in Italia e in Svizzera. Indagini sulla situazione sono in corso.

Condividi