Campagna condotta tramite operazioni clandestine, media di Stato e troll
Campagna condotta tramite operazioni clandestine, media di Stato e troll (keystone)

“Putin voleva influenzare il voto”

Gli 007 americani confermano l’intenzione di Mosca di intromettersi nelle presidenziali USA per far vincere Trump

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il presidente russo, Vladimir Putin, ha "ordinato" una campagna per influenzare le presidenziali statunitensi. E' quanto si legge nel rapporto dell'intelligence pubblicato venerdì, secondo il quale la Russia ha cercato di discreditare Hillary Clinton.

Facendo ciò, il Cremlino puntava ad aiutare Trump a vincere ma queste azioni non hanno influito sul successo del magnate newyorkese, si legge nel documento degli 007. Mosca farà tesoro di quanto appreso per influenzare le elezioni in altri paesi, avverte il rapporto chiesto da Barack Obama e stilato sulla base di informazioni di FBI, CIA e NSA.

Questa campagna di influenza è stata condotta, precisa il documento, tramite operazioni clandestine e attacchi hacker, media di Stato e anche cosiddetti troll: utilizzatori dei social network pagati per diffondere un messaggio o discreditare la candidata democratica.

ATS/AFP/ludoC

Dal TG20:

Il rapporto accusa Putin

Il rapporto accusa Putin

TG 20 di sabato 07.01.2017

Il rapporto accusa Putin

Il rapporto accusa Putin

TG 20 di sabato 07.01.2017

Dal TG12.30:

Il rapporto accusa Putin

Il rapporto accusa Putin

TG 12:30 di sabato 07.01.2017

Condividi