La marcia nella capitale ungherese (keystone)

A Budapest marcia per i diritti LGBTQ

Migliaia di manifestanti hanno sfilato nella capitale ungherese anche per protestare contro la legge voluta da Orban

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Migliaia di ungheresi sono scesi in piazza a Budapest, sabato pomeriggio, in occasione della marcia per i diritti delle persone LGBTQ. Il tradizionale gay pride, quest'anno ha assunto un significato particolare in Ungheria, dopo l'introduzione della discussa legge che vieta la "promozione dell'omosessualità" verso i minori.

Il primo ministro nazionalista ungherese Viktor Orban, al potere dal 2010, ha introdotto politiche sociali che, a suo dire, mirano a salvaguardare i valori cristiani tradizionali dal liberalismo occidentale, alimentando le tensioni con l'UE. La Commissione europea ha avviato un'azione legale contro Orban, sostenendo che la nuova norma è discriminatoria e va contro i valori comunitari di tolleranza e libertà individuale. Sulla legge, lo stesso premier ha annunciato due giorni fa l'indizione di un referendum.

Legge LGBT, l'UE mette in guardia l'Ungheria

Legge LGBT, l'UE mette in guardia l'Ungheria

TG 12:30 di mercoledì 07.07.2021

 

Gli organizzatori della marcia di sabato hanno dichiarato che la manifestazione serve a dire no all'intimidazione nei confronti delle persone LGBTQ. Orban deve parte del suo successo elettorale ad una linea dura sull'immigrazione. Ora che questo tema è passato in secondo piano, il leader ungherese ha spostato la sua attenzione sulle questioni di genere e sull'omosessualità, in vista delle elezioni del 2022.

 
Reuters/eb
Condividi