La protesta a Mosca
La protesta a Mosca (reuters)

A Mosca scoppia la protesta

La polizia ha iniziato a fermare i manifestanti pro-Navalny ancora prima dell'inizio ufficiale delle manifestazioni contro l'arresto dell'oppositore

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Migliaia di persone stanno protestando a Mosca contro la detenzione del rivale numero uno di Putin, Alexiei Navalny. La folla scandisce slogan come "Putin ladro" e "Libertà per i prigionieri politici".

Secondo le forze dell'ordine, che solitamente stimano al ribasso la partecipazione alle proteste antigovernative, i dimostranti sarebbero circa 4'000. Non solo la piazza ma anche le strade limitrofe sono piene di gente. Gli automobilisti sulla centrale Tverskaya suonano il clacson in segno di sostegno, come nelle manifestazioni dei mesi scorsi in Bielorussia contro il presidente Alexandr Lukashenko.

Decine e decine di arresti
Decine e decine di arresti (keystone)

La testata online Meduzam rimandando a un video della tv Dozhd, afferma che la polizia russa ha fermato in Piazza Pushkin, a Mosca, la dissidente Liubov Sobol, una delle più strette collaboratrici di  Navalny. Sobol era stata fermata anche giovedì e multata per 250'000 rubli da un tribunale di Mosca.

I fermi di manifestanti pro-Navalny sarebbero avvenuti ancora prima dell'inizio ufficiale della protesta contro l'arresto dell'oppositore. Un giornalista dell'ANSA sul posto è stato tra l'altro testimone del fermo di un ragazzino di circa 12 anni.

Continua nel frattempo ad aumentare il bilancio stilato dall'ong Ovd-Info sui fermi avvenuti in Russia durante le proteste contro la detenzione dell'oppositore Alexey Navalny. Sarebbero oltre 3'400, più precisamente 3'454, in circa 65 città diverse, si legge su Twitter.

Navalny e i timori di Putin

Navalny e i timori di Putin

TG di lunedì 18.01.2021

 
ats/joe.p.
Condividi