L'agenzia spaziale internazionale
L'agenzia spaziale internazionale (Keystone)

Allarme spaziale sulla ISS

La parte americana della stazione internazionale evacuata per una presunta fuga di sostanze pericolose

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La stazione spaziale internazionale (ISS) mercoledì mattina è stata parzialmente evacuata a causa di una presunta pericolosa perdita dall’impianto di raffreddamento. Scattato l'allarme per contaminazione dell'atmosfera la sezione americana è stata isolata. Gli astronauti occidentali sono stati ospitati nella parte russa della stazione spaziale. Gli accertamenti, si apprende dalla NASA, non hanno portato ad individuare perdite. È poi emerso che si è trattato di una falsa indicazione provocata dal malfunzionamento di un sensore o di un computer.

I sei astronauti starebbero tutti bene. In alto da sin.: Yelena Serova, Barry Wilmore, Alexander Samoukutyaev e (davanti) i tre astronauti arrivati il 24 novembre:Anton Shkaplerov, Samantha Cristoforetti e Terry Virts
I sei astronauti starebbero tutti bene. In alto da sin.: Yelena Serova, Barry Wilmore, Alexander Samoukutyaev e (davanti) i tre astronauti arrivati il 24 novembre:Anton Shkaplerov, Samantha Cristoforetti e Terry Virts (Keystone)

La situazione è apparsa subito sotto controllo (rassicurazioni sono arrivate immediatamente dall'agenzia spaziale russa Roscomos citata dall'Interfax) e gli astronauti non sono mai stati in pericolo. Sulla stazione si trovano tre russi Yelena Serova, Alexander Samoukutyaev e Anton Shkaplerov, due americani (Barry Wilmore e Terry Virts) e l’italiana Samantha Cristoforetti arrivata sull’ISS con due colleghi il 24 novembre per una missione nello spazio 169 giorni.

Sul suo account twitter @AstroSamantha dallo spazio fa sapere che: "stiamo tutti bene qui nel segmento russo e siamo al sicuro".

Diem/ATS

Condividi