I rappresentanti della casa reale, le autorità civili e religiose riuniti nella cattedrale di Saint Paul hanno reso omaggio all'operato della sovrana (Keystone)

Applausi per i discendenti di Elisabetta

Il rito di ringraziamento per il Giubileo di Platino si è svolto a Saint Paul senza la regina - In prima fila Carlo e Camilla, William e Kate - Dietro Harry e Meghan

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Assente la regina Elisabetta II, costretta a disertare l'appuntamento principale della seconda delle quattro giornate di celebrazioni pubbliche del Giubileo di platino dei 70 anni di regno, i protagonisti della messa di ringraziamento nella cattedrale di Saint Paul sono diventati i discendenti della 96enne sovrana. La folla presente all'esterno della chiesa nel centro di Londra per assistere agli arrivi delle personalità ha riservato una calorosa accoglienza anche ai duchi ribelli Harry e Meghan. La cerimonia è stata officiata dall'arcivescovo anglicano di York, Stephan Cottrell, in sostituzione di quello di Canterbury, Justin Welby, contagiato dal Covid.

Rimasti giovedì dietro le quinte del balcone di Buckingham Palace, i duchi di Sussex - rientrati per l'occasione nel Regno Unito dagli Stati Uniti - hanno avuto l'onore dei riflettori all'ingresso della cattedrale: presidiata dalla Guardia Reale e da reparti in alta uniforme al suono della campane a distesa. Le immagini li hanno accompagnati per tutto il corridoio della chiesa: Harry in abito civile, ma con le decorazioni militari appuntate al petto; Meghan in un sobrio abito bianco.

I due hanno raggiunto i posti loro riservati nella seconda fila sul lato sinistro della navata centrale. Davanti a destra c'erano invece l'erede al trono Carlo di nuovo in rappresentanza ufficiale del vertice della monarchia al posto della madre. Al suo fianco Camilla, anche lei in bianco, e a William (secondo in linea di successione) con Kate in abito giallo.

La sovrana non sarà al derby ippico

La regina Elisabetta seguirà anche il Derby ippico di sabato, inserito fra le celebrazioni del Giubileo di Platino, in televisione dalla sua residenza nel castello di Windsor. Lo ha reso noto Buckingham Palace. La partecipazione al Derby era stata lasciata in sospeso nei programmi ufficiali, a differenza di quella in chiesa, che era prevista ed è stata cancellata causa l'affaticamento della sovrana.

Diem/ATS
Condividi