Foto d'archivio (Keystone)

Attacco estremista in Somalia

Autobomba e assalto ad un hotel da parte di un gruppo di militanti islamici di Al Shabaab. Una ventina di morti e 56 i feriti

Almeno ventisei persone - tra cui keniani, tanzaniani, americani e un britannico - sono morte e 56 sono rimaste ferite in seguito ad un attacco sferrato venerdì da un gruppo di terroristi legati al movimento islamista di Al Shabaab contro un albergo di Kismayo, nel sud della Somalia.

 

L’assedio si è concluso sabato mattina, come è stato reso noto dalle forze di sicurezza della città portuale, che hanno assunto il controllo dell’edificio dopo aver ucciso l’ultimo terrorista.

L’attacco è iniziato nel tardo pomeriggio di venerdì quando i fondamentalisti hanno fatto esplodere un’autobomba all’ingresso dell'hotel Asasey. Hanno poi fatto irruzione nello stabile, occupato soprattutto da uomini d’affari e politici che si trovavano in città in preparazione delle elezioni presidenziali nella regione semiautonoma del Jubaland, in programma per la fine di agosto.

 
ATS/MarGù
Condividi