La Mikl-Leitner vuole espellere 50'000 profughi in tre anni
La Mikl-Leitner vuole espellere 50'000 profughi in tre anni (Reuters)

Austria, barriere e rimpatri

Vienna ha un progetto per espellere 50'000 profughi in 3 anni mentre crea la barriera al Brennero

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il ministro dell'Interno austriaco Johanna Mikl-Leitner, in procinto di lasciare il suo posto per dedicarsi alla politica regionale, ha espresso l'obiettivo di giungere a 50'000 espulsioni di profughi entro il 2019. Per favorire questo risultato, saranno messi a disposizione anche incentivi organizzativi e finanziari come quelli già annunciati per i rientri volontari.

In un progetto pilota riservato ai richiedenti l'asilo di Afghanistan, Marocco e Nigeria, l'ufficio federale austriaco attivo in materia proporrà un programma di aiuto che prevede tra l'altro organizzazione burocratica dei documenti per il rimpatrio, pagamento del viaggio, assistenza sanitaria e una serie di sostegni finanziari.

L’Austria è da giorni alla ribalta a seguito della barriera che ha iniziato a costruire al Brennero, con UE e Italia da una parte che chiedono a Vienna di fermarsi e quest’ultima che insiste, giudicando “necessario” quanto sta facendo.

ATS/Reuters/EnCa

Condividi