L'ospedale Charité di Berlino dove è ricoverato il dissidente russo (©Keystone)

"Avvelenamento piuttosto probabile"

Emergono nuovi dettagli sul dossier del dissidente russo Alexei Navalny nel frattempo posto sotto protezione dell'anticrimine federale tedesca

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il governo tedesco chiede che vi sia piena trasparenza sul caso Alexei Navalny e il portavoce Steffen Seibert, nel corso di una conferenza stampa a Berlino, ha detto di ritenere che sia "piuttosto probabile" che il dissidente russo sia stato avvelenato. "Sono soltanto i medici e la famiglia di Navalny a poter fornire le notizie sulle sue condizioni di salute e su cosa può essere accaduto", ha aggiunto Seibert.

Navalny, ricoverato allo Charité di Berlino, è posto sotto la protezione dall'Anticrimine federale tedesco BKA, ha confermato Seibert, il quale rispondendo a una domanda, ha affermato che alla luce dei sospetti sul presunto avvelenamento, si tratta di una decisione fondata e legittima.

Seibert ha anche chiarito che Navalny non è formalmente un ospite della Merkel, come qualcuno lo ha definito in conferenza stampa. "Non c'è alcun invito formale", ha spiegato. Il trasporto e le cure sono state organizzate privatamente, ha sottolineato Steffen Seibert. Il dissidente è stato trasportato da Omsk sabato scorso nella capitale tedesca.

Se sarà confermato che Navalny è stato avvelenato, l'episodio sarà un "momento serio" nelle relazioni tra Stati Uniti e Russia ha da parte sua detto l'ambasciatore americano a Mosca John Sullivan, citato da Interfax.

L'Ospedale la Charité di Berlino, da parte sua, ha fatto sapere dopo la conferenza stampa che  Alexei Navalny non è in pericolo di vita.

AFP/SP
Condividi