Boris Johnson
Boris Johnson (keystone)

Boris Johnson al contrattacco

Il premier britannico è deciso a resistere, offrendo agli avversari un ampio rimpasto all'interno del suo entourage, coinvolto nel Partygate

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Nuova settimana sulla graticola, alla ripresa oggi dei lavori parlamentari dopo il weekend, per Boris Johnson, investito dalle indagini sul cosiddetto scandalo Partygate dei ritrovi organizzati a Downing Street fra il 2020 e il 2021 in apparente violazione delle restrizioni Covid all'epoca in vigore.

 

Il premier britannico deve far fronte a una rivolta nella maggioranza Tory che potrebbe portare a un voto di fiducia sulla sua leadership se le voci dissenzienti raggiungeranno quota 54 deputati su 360 in seno al gruppo del partito di governo alla Camera dei Comuni; ma resta deciso a cercare di resistere offrendo ai ribelli un ampio rimpasto all'interno del suo entourage, coinvolto nella accuse sulle feste del Partygate e falcidiato negli ultimi giorni di dimissioni e siluramenti.

 

Il reset è iniziato con la nomina nella posizione chiave di nuovo capo dello staff di Downing Street di un ministro in carica, il brexiteer Steve Barclay, che manterrà per ora anche il seggio di Governo e quello di deputato.

ats/joe.p.
Condividi