Per sopperire alla mancanza di camionisti Londra sta lavorando anche ad accelerare le procedure per l'ottenimento della patente (Keystone)

Camionisti stranieri benvenuti

La Gran Bretagna corre ai ripari per far fronte alla mancanza di autisti di mezzi pesanti che sta mettendo in difficoltà i rifornimenti nel paese

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il governo britannico sta preparando uno schema per l'emissione di visti temporanei per agevolare la presenza di camionisti stranieri nel Regno Unito, dopo la giornata nera di venerdì in cui migliaia di persone si sono ritrovate in coda ai distributori di benzina e negli aeroporti per la penuria di carburante.

I dettagli del piano, riferisce la BBC, verranno resi noti entro domenica. Le modifiche alla normativa sull'immigrazione avranno una durata limitata nel tempo e prevederanno una quota massima di lavoratori coinvolti, stimata in circa 5’000.

UK e la crisi del carburante

UK e la crisi del carburante

TG 12:30 di sabato 25.09.2021

Mancherebbero 100'000 conducenti

La carenza degli autisti di camion ha provocato negli ultimi giorni problemi e ritardi nelle consegne di carburante nel Regno Unito, determinando lunghe code ai distributori, che in alcuni casi hanno anche chiuso. Secondo l'Associazione degli autotrasportatori britannici (Road Haulage Association), anche a causa della pandemia e della Brexit, mancherebbero circa 100'000 conducenti di mezzi pesanti rispetto al fabbisogno del Regno.

Il governo di Boris Johnson ha tentato di rassicurare la popolazione, assicurando che non ci sarebbe penuria dei carburanti nelle raffinerie e invitandola a non precipitarsi in massa ai distributori. Londra sarebbe inoltre pronta ad approvare misure per affrontare il problema a lungo termine, aumentando il numero degli autisti da formare e accelerando sugli arretrati nei test per il rilascio delle patenti.

 
Diem/ATS
Condividi