Sono una quindicina le abitazioni travolte dalla frana (keystone)

Casamicciola, recuperati sei corpi

Altri tre sarebbero stati individuati, cala di conseguenza il numero dei dispersi: sono ancora cinque

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Altri quattro corpi sono stati recuperati nel pomeriggio di domenica a Casamicciola Terme, sull'isola di Ischia, dove una frana sabato aveva già provocato la morte accertata di una donna e 13 feriti, travolgendo auto e una quindicina di abitazioni e invadendo di fango interi quartieri. 

Col passare delle ore prende corpo il bilancio più pesante. Sono sei a fine giornata i corpi ritrovati: un'intera famiglia, un uomo di 32 anni e la moglie 30enne con il figlio di appena 22 giorni; due fratelli di 11 e 6 anni e una donna di nazionalità bulgara di 58 anni. Si vanno ad aggiungere alla giovane donna di 31 anni identificata ieri (una commessa in un negozio di Ischia), per un totale di sette morti accertati e ancora cinque dispersi. I cani molecolari hanno rintracciato probabilmente anche l'ottava vittima, di cui adesso i soccorritori conoscono la posizione.

Casamicciola Terme, sull'isola di Ischia
Casamicciola Terme, sull'isola di Ischia (ANSA)
A Ischia proseguono le ricerche

A Ischia proseguono le ricerche

TG 12:30 di domenica 27.11.2022

 

I soccorritori hanno lavorato per tutta la notte nella speranza di ritrovare superstiti e per liberare le strade e le piazze raggiunte dalla colata. Il prefetto Claudio Palomba ha promesso che le operazioni - che impegnano alcune centinaia di carabinieri, pompieri e militi della protezione civile - non cesseranno fino a quando non saranno state "chiarite tutte le situazioni".

Si lavora senza sosta
Si lavora senza sosta (keystone)

A causare lo smottamento dal Monte Epomeo è stata la pioggia, 120 millimetri in poche ore, una quantità che non si vedeva da 20 anni. Il vento forte che soffia sull'isola rende difficili le operazioni ma le attività vanno avanti. L'alba ha restituito le immagini di distruzione provocate dall'evento straordinario della notte precedente, mentre al porto si vedono nitidamente le auto arrivate fino al mare dopo una corsa di centinaia di metri provocata dall'ondata di fango.

Strade e piazze invase dal fango
Strade e piazze invase dal fango (keystone)

Gli sfollati sono 167, come emerso dopo la riunione del centro di coordinamento dei soccorsi, domenica nella sede della prefettura. Hanno chiesto di potere rientrare nelle loro abitazioni, almeno per recuperare qualche abito. Le persone che hanno dovuto abbandonare le proprie case sono state sistemate un albergo della zona ma in molti hanno poi trovato accoglienza almeno provvisoria in casa di amici e parenti.

Diverse persone che erano bloccate in un agriturismo isolato sono state soccorse nel corso della mattinata da un elicottero militare. Nel pomeriggio è stata tratta in salvo una famiglia di tre persone intrappolata nella propria abitazione in zona Celario. I tre, tra cui una donna di 90 anni non in grado di deambulare, ed un'altra persona anziana sono stati raggiunti dalle squadre di soccorso che si sono fatte strada tra il fango ed i detriti e sono riuscite a portarle in una zona sicura più a valle. In buone condizioni di salute, non figuravano fra i dispersi. A 36 ore dall'accaduto, inoltre, ancora quattro o cinque nuclei famigliari, una ventina di persone in tutto, sono isolati e privi di acqua e luce.

Stato di emergenza e due milioni per gli aiuti

Domenica ha avuto luogo la seduta del Consiglio dei ministri, che ha decretato lo stato di emergenza al quale farà seguito l'ordinanza del capo della Protezione civile e ha disposto un primo stanziamento pari a 2 milioni di euro. Inoltre, Simonetta Calcaterra è stata nominata commissaria per la gestione dell'emergenza.

Ischia, dispersi per una frana

Ischia, dispersi per una frana

TG 20 di sabato 26.11.2022

 
ATS/pon
Condividi