Code sul San Giorgio

Nella notte i primi veicoli hanno percorso il tratto di A1 illuminato con il tricolore a Genova. Stamane curiosi e tir incolonnati hanno creato disagi al traffico

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Genova è di nuovo unita dalle 22 di martedì quando il semaforo verde ha sancito la riapertura al traffico nel tratto di connessione tra la A7 e la A10. La galleria di Coronata illuminata a giorno, 500 metri di pannelli bianchi e segnalazioni luminose, ha accompagnato la carovana, guidata dalla safety car della Polstrada, sul ponte illuminato col tricolore, trenta ore dopo la fine della cerimonia ufficiale del taglio del nastro. Diversi anche i giornalisti che hanno percorso il chilometro e mezzo di strada che arriva al casello di Genova ovest, insieme ai tanti i genovesi che non si sono voluti perdere il momento, come se quel ponte ritrovato fosse una grande conquista collettiva.

E stamane si sono verificate le prime code. Automobilisti che rallentano per fare foto e tanti tir incolonnati a causa del traffico intenso tra Genova Aeroporto e il bivio tra A10 Genova - Ventimiglia e la A7 Genova - Milano, sono le cause degli incolonnamenti.

Il ponte riaperto al traffico
Il ponte riaperto al traffico (ansa)

Il nuovo viadotto San Giorgio ricuce lo strappo di una città ferita dal crollo del ponte Morandi, avvenuto il 14 agosto 2018, che causò 43 morti.

ATS/AnP
Condividi