Attori travestiti da
Attori travestiti da "Yeti" per un evento promozionale a New York (foto d'archivio) (©Reuters)

Dossier sullo Yeti desecretato

I peli analizzati negli anni Settanta erano di cervo. L'FBI ha tenuto nascosto il fascicolo per 40 anni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I presunti "capelli" dell'abominevole uomo delle nevi sono in realtà peli di cervo. E' quanto emerge dal dossier segreto dell'FBI sullo Yeti, reso pubblico per la prima volta nei giorni scorsi, come riferisce il canale finanziario CNBC. I documenti erano stati tenuti nascosti per 40 anni.

 

I reperti erano stati inviati agli investigatori federali statunitensi negli anni '70 da Peter Byrne, direttore del "Bigfoot Information Center and Exhibition". Nonostante la delusione, Byrne sostiene di credere ancora nell'esistenza dello Yeti. Negli ultimi 50 anni, afferma di aver trovato diverse impronte sull'Himalaya.

 

La declassificazione del dossier segue le recenti dichiarazioni dell'esercito indiano, che sostiene di aver scoperto tracce dello Yeti lunghe 81 centimetri nel campo base del Makalu, la quinta vetta più alta del mondo.

M. Ang.

Condividi