La diplomazia quasi senza voce
La diplomazia quasi senza voce (keystone)

Gaza, negoziati in bilico

Gli incontri del Cairo rischiano di concludersi domenica con un nulla di fatto

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Rappresentanti delle fazioni palestinesi presenti al Cairo per i colloqui mediati dall'Egitto sul conflitto di Gaza hanno avvertito di essere pronti a lasciare la capitale egiziana se Israele, che chiede come precondizione uno stop degli attacchi, non tornerà al tavolo entro domenica.

L'operazione a Gaza continuerà e ci vorrà del tempo. Lo detto il premier israeliano Benyamin Netanyahu in apertura della riunione di governo a Gerusalemme e in risposta indiretta alle richieste palestinesi per una nuova tregua. Hamas, ha specificato il premier ebraico, non ci logorerà e soprattutto Israele non negozierà sotto il fuoco dei razzi.

Se la tregua sembra allontanarsi i combattimenti continuano nella striscia di Gaza. Nella notte su domenica, infatti, altre tre persone sono morte sotto il fuoco di raid aerei israeliani condotti in risposta al lancio di alcuni razzi partiti da Gaza e che sono caduti, secondo i media israeliani, nel deserto del Neghev.

Red.MM/ATS/Swing

Condividi