Angela Merkel: "il lockdown parziale non è sufficiente" (Keystone)

Germania di nuovo in lockdown

Dal 16 dicembre al 10 gennaio chiusi anche i commerci non essenziali e le scuole - Il paese ha un'incidenza di contagi molto inferiore a quella svizzera

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Germania da mercoledì tornerà a vivere in confinamento duro, come quello che anche la Svizzera ha conosciuto la scorsa primavera. Il governo federale e quelli dei länder domenica hanno deciso di inasprire ulteriormente le misure in vigore già dal 2 novembre (come la chiusura dei ristoranti) per contrastare la diffusione dei contagi che hanno raggiunto un'incidenza di 334,9 casi ogni 100'000 abitanti negli ultimi 14 giorni, poco più della metà del dato elvetico.

 

"Le misure stabilite il 2 novembre non hanno agito a sufficienza", "si assiste di nuovo ad un aumento dei casi" e a "una crescita esponenziale" del contagio, ha spiegato in conferenza stampa la cancelliera Angela Merkel dopo essersi consultata in teleconferenza con i governatori dei 16 länder. "Sappiamo che il sistema sanitario è già molto affaticato. Serve un'azione urgente”, ha aggiunto prima di illustrare i dettagli della nuove limitazioni.

Le disposizioni in vigore da mercoledì, che si sommano a quelle già in atto da oltre un mese, prevedono la limitazione agli eventi privati (massimo di 5 persone, esclusi i bambini) con qualche eccezione per Natale e Capodanno, l'apertura solo dei commerci essenziali (alimentari, farmacie, distributori, banche, ufficiali postali), mentre tutti gli altri (così come parrucchieri, centri di bellezza,...) dovranno restare chiusi. Stop anche alle attività degli asili nidi e delle scuole (gli istituti saranno generalmente chiusi). Agli allievi andrà però assicurata un'offerta a distanza. Ai genitori vengono concesse agevolazioni per occuparsi dei figli.

"Il lockdown parziale, con bar e ristoranti chiusi ma scuole e negozi aperti - ha spiegato Angela Merkel - non è sufficiente per riportare la situazione sotto controllo". Tutte le aziende (cui saranno riconosciuti aiuti supplementari) sono invitate a verificare la possibilità di cessare le attività o sostituirle con il telelavoro, in applicazione del principio "Restiamo a casa" che reggerà la vita in Germania nelle prossime settimane e che ha indotto anche a vietare tutti gli assembramenti all'aperto e, in vista del Capodanno, la vendita di fuochi d'artificio.

La posizione della cancelliera è stata sostanzialmente condivisa dai governatori. Quello della Baviera, Markus Soeder, ha spiegato: "non ci sono state lunghe trattative sui dettagli, perché oggi il coronavirus è fuori controllo". La pandemia, ha aggiunto, "è una catastrofe" che sta provocando la più grande crisi da 50 anni a questa parte.

Germania in lockdown

Germania in lockdown

TG 20 di domenica 13.12.2020

 
Diem/ATS
Condividi