I gilet gialli cominciano a a dividersi in più frange e fazioni, a tre mesi dalle elezioni europee (Reuters)

Gilet gialli, un altro partito

Creato il MAC, nuova formazione politica che unisce destra e sinistra, derivata dall'originale "Ralliement d'Initiative Citoyenne"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Arriva un nuovo partito nato da una delle costole dei gilet gialli in Francia. Hayk Shahinyan, che pochi giorni fa si era dimesso dal RIC (Ralliement d'Initiative Citoyenne), la prima lista di casacche gialle per le elezioni europee guidata dalla capolista Ingrid Levavasseur, ha annunciato lunedì al sito Putsch.Media la creazione di questa nuova formazione politica chiamata Mouvement Alternatif Citoyen (MAC).

Al MAC aderisce anche Christophe Chalencon, il controverso attivista silurato dal RIC dopo l'incontro con il vicepremier italiano Luigi di Maio alla periferia di Parigi insieme ad altri rappresentanti in casacca gialla.

Un incontro, quello all'Hotel de France di Montargis, che fece infuriare la stessa capolista Ingrid Levavasseur, indignata per il fatto che il meeting fosse stato organizzato praticamente a sua insaputa. "Sono servito da fusibile", ha commentato il fabbro del Vaucluse, intervistato da France 5, che ora ricomincia una nuova avventura col MAC. Un "grande movimento popolare e cittadino", "apolitico", con l'unione di "gente dall'estrema destra all'estrema sinistra in uno stesso progetto", ha precisato Chalencon.

Dal canto suo Shahinyan spiega che l'obiettivo del MAC consiste nell’unire "nel modo più ampio possibile la società francese, senza essere gilet gialli o non gilet gialli". E ancora: "avremo molti aderenti, tra 10 e 15'000 entro fine marzo".

AFP/ATS/Reuters/EnCa
Condividi