Jeroen Dijsselbloem
Jeroen Dijsselbloem (keystone)

"I debiti si pagano"

UE disposta a discutere con Atene delle scadenze ma non del principio

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Mancano prese di posizioni ufficiali, ma l'Europa è orientata ad accordare più tempo alla Grecia per il pagamento del suo debito, che è pari al 177% del PIL previsto per il 2014. "Siamo disposti a discutere di un allungamento delle scadenze (...) ma questo non cambia il fatto che la Grecia dovrà proseguire sulla via delle riforme economiche", ha detto questa mattina (lunedì) il premier finlandese Alexander Stubb, un "falco".

L'opzione è stata confermata anche da un portavoce del Ministero delle finanze tedesco, mentre il presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, ha dichiarato che "per restare nella zona euro bisogna rispettare i tempi".

Nel pomeriggio a Bruxelles è prevista una riunione dei ministri delle finanze, già in calendario in precedenza ma dove il tema Grecia si impone in agenda. 

pon/ATS

 
Condividi