Il mondo sottosopra a Fort Myers in Florida
Il mondo sottosopra a Fort Myers in Florida (Keystone)

Ian riprende forza e minaccia la Georgia

Il bilancio provvisorio dell'uragano è salito a 42 morti - Oltre 2,3 milioni di persone in Florida sono senza elettricità

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dietro di sé una scia di morti, le autorità riferiscono di 42 vittime, e devastazioni. Ma non è finita. Ian, che secondo il presidente degli Stati Uniti Joe Biden potrebbe “rivelarsi l'uragano più letale nella storia della Florida”, è tornato nelle scorse ore a rafforzarsi.

Danni catastrofici lungo la costa della Florida
Danni catastrofici lungo la costa della Florida (Keystone)

Declassato momentaneamente a tempesta, Ian nelle scorse ore è stato di nuovo classificato come uragano di categoria uno e punta minaccioso verso le sponde atlantiche della Georgia e della Carolina del Sud . Il National Hurricane Center prevede "inondazioni, coste sommerse" e venti fino a 120 km orari.

I droni mostrano la devastazione di Ian a Fort Myers
I droni mostrano la devastazione di Ian a Fort Myers (Keystone)

Ma è lungo il suo passaggio in Florida che gli effetti dell’uragano appaiono in tutta la loro ampiezza. Le immagini dei droni mostrano un intero quartiere di Fort Myers, la popolare località balneare con i suoi 100'000 abitanti, raso al suolo dalla furia del vento e dell’acqua.

Nello Stato della Florida sono ancora più di 2,3 milioni le persone senza elettricità. Tra le contee più colpite Hardee, Charlotte, Lee e Highlands, ma ce ne sono altre 10 che segnalano più di 10'000 persone senza elettricità.

Automobili ed imbarcazioni sulla stessa strada
Automobili ed imbarcazioni sulla stessa strada (Keystone)

Il bilancio delle vittime resta provvisorio. Il governatore dello Stato Ron DeSantis ha parlato di 700 persone tratte in salvo dalle loro abitazioni. La Casa Bianca, nel frattempo, ha dichiarato lo stato di disastro naturale in Florida e ha già sbloccato i fondi federali destinati alla ricostruzione delle contee più colpite.

A Cuba, il passaggio dell'uragano, oltre a causare tre morti, ha provocato pesanti danni infrastrutturali, decine di migliaia di sfollati e un blackout nazionale. Pesantemente colpita anche l'industria del tabacco, in particolare nella provincia di Pinar del Rio, dove si trova gran parte delle migliori piantagioni.

 
RG/Ats/Spi
Condividi