La ministra della socialità francese Agnès Buzyn ha deciso di ascoltare la piazza (Keystone)

Il palazzo ascolta la piazza

Protesta di massa in Francia: la ministra francese della socialità Agnès Buzyn apre al dialogo con le parti sociali

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

All'indomani della grande mobilitazione di piazza contro la riforma delle pensioni in Francia, la ministra della socialità Agnès Buzyn annuncia di avere convocato per l'inizio della settimana prossima, oltre al commissario per le pensioni Jean-Paul Delevoye, anche tutte le parti sociali.

Le decisione, ha precisato ai microfoni di Europe 1, la ministra Buzyn, si spiega con il fatto che la collera dei francesi va ascoltata.

Giovedì almeno 800'000 persone attive in diversi settori economici, stando al Ministero degli interni, hanno manifestato il loro scontento per il futuro "sistema di pensionamento universale", Per il sindacato CGT invece i manifestanti erano più di un milione e mezzo. Una mobilitazione, ha aggiunto il sindacato, di un'ampiezza rara e i cui precedenti risalgono alle manifestazione contro la riforma della pensione messe in cantiere dal governo negli anni 2010 e 1995.

Francia, lo sciopero continua

Francia, lo sciopero continua

TG 20 di venerdì 06.12.2019

 

Francia, il giorno dopo lo sciopero

Francia, il giorno dopo lo sciopero

TG 12:30 di venerdì 06.12.2019

 
ATS/AFP/mpe
Condividi