Il pozzo dell’inferno

Nello Yemen un buco profondo divora la terra, nessuno è arrivato a toccare il fondo. Per la leggenda, è la casa dei demoni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una voragine lunga trenta metri, profonda non si sa quanto. Si ipotizza 100 o 250 metri. Si trova nell’Est dello Yemen. Più vicino al confine con l’Oman che alla capitale Sana’a. È una bellezza naturale mozzafiato, poco compresa. Le immagini sono impressionanti e ti danno la sensazione di essere teletrasportati in qualche set cinematografico per un film di fantascienza. Ti aspetti che spuntino personaggi alla Star Wars o Mulder e Scully ad investigare.

Si chiama Pozzo di Barhout. Ma per tutti è il pozzo dell’inferno. Per il folklore locale è la casa dei demoni. Da esso fuoriesce un cattivo odore. Molta gente del luogo non si avvicina né ne parla per paura di cattiva sorte.

I geologi locali non sono riusciti ad arrivare fino in fondo al buco a causa del poco ossigeno e della assenza di ventilazione.

Secondo il direttore generale dell’autorità per il rilevamento geologico e le risorse minerarie di Mahra, ha milioni e milioni di anni.

Angelica Isola
Condividi