Il tatuaggio che scompare

TG di mercoledì 28.04.2021

Il tatuaggio che scompare

La start-up statunitense Ephemeral potrebbe aver trovato il modo per fare contenti anche gli eterni indecisi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una start-up newyorchese sorride agli indecisi del tatuaggio. Ephemeral ha infatti creato una versione che scompare completamente in 9-15 mesi. Quello che un tempo era uno dei simboli della ribellione, oggi è diventato un fenomeno di massa. Ma i titubanti non mancano, ed ecco che allora questa potrebbe essere la soluzione intermedia ideale.

"Quello che stiamo facendo è rendere possibile il tatuaggio anche per chi non ne vuole uno permanente. È un nuovo tipo di clientela che può sperimentare come sia facile, divertente e creativo farsi tatuare", spiega Josh Sakhai, cofondatore dell'azienda. Sono serviti sei anni e 50 sperimentazioni per ottenere l'inchiostro che sparisce, malgrado sia inciso con il metodo tradizionale dell'ago sottocutaneo.

Il composto è formato da polimeri biodegradabili e per il momento c’è solo di colore nero, ma c'è chi, come Abigail, è già entusiasta: "Posso essere più libera nella scelta del disegno e anche nella parte del corpo dove fare il tatuaggio. Poi vedrò. Se mi piace magari lo farò in modo permanente". Il costo varia tra i 175 a i 450 dollari. Che sia una rivoluzione del settore? Non per Marissa, una tatuatrice che la vede in maniera differente: "Non so. Alcuni pensano che stiamo cambiando l’essenza e la cultura del tatuaggio, ma io non credo. Il tatuaggio è una forma d’espressione, un’arte. Cerchiamo semplicemente di renderlo più accessibile a tutti".

FD/TG
Condividi