Le immagini dei due diffuse dalle autorità. La coppia era attivamente ricercata da FBI e polizia (keystone)

In manette i genitori del killer 15enne

Padre e madre del ragazzo che ha ucciso 4 allievi in un liceo del Michigan sono ora incriminati per l'arma regalatagli

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sono stati arrestati oggi, sabato, i genitori del 15enne che ha ucciso 4 allievi e ferito altri 7, nella sparatoria di martedì scorso in un liceo alla periferia di Detroit.

La coppia, attivamente ricercata da FBI e polizia, era scomparsa poche ore prima di essere incriminata per aver acquistato e lasciato in regalo al ragazzo l'arma da fuoco da lui poi utilizzata. Devono ora rispondere dell'accusa di omicidio involontario. Gli avvocati dei due sostengono che non stavano fuggendo. Ma il fatto che avessero spento i telefonini e ritirato una somma di 4'000 dollari prima di partire fa supporre, secondo i responsabili di polizia, che fossero in fuga.

Il figlio è stato incriminato dalle autorità come una persona adulta. Fra i capi d'accusa, assassinio plurimo e terrorismo. Il padre aveva acquistato l'arma, una pistola semiautomatica, e l'aveva donata al figlio come regalo natalizio. In seguito il ragazzo aveva postato sui social alcune immagini della pistola e, secondo la polizia, prima di compiere la strage aveva registrato un video, non diffuso in rete, nel quale annunciava l'intenzione di usare l'arma nella scuola. Per lui si profila la prospettiva del carcere a vita.

Red.MM/ARi
Condividi