"Chiedo ai governi di proteggere le comunità a rischio e di garantire alla giustizia i responsabili dei crimini", ha affermato una consigliera speciale delle Nazioni Unite (archivio keystone)

Indios "a rischio di genocidio"

Il monito in un rapporto trasmesso al Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite. In netto aumento le violenze contro gli indigeni dell'Amazzonia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Consiglio per i diritti umani dell'ONU ha ricevuto un rapporto sul "rischio di genocidio" a cui sarebbero esposti gli indios del Brasile e di altri Stati latinoamericani. "Sono particolarmente preoccupata per la situazione dei popoli indigeni del Brasile, dell'Ecuador e di altri Paesi", ha dichiarato la consigliera speciale delle Nazioni Unite Alice Wairimu Nderitu.

Gli atti di violenza contro le popolazioni indigene, segnatamente in Amazzonia, sono aumentati di quasi il 100% nel 2019, primo anno del mandato del presidente brasiliano Jair Bolsonaro. È quanto ha evidenziato un rapporto del Consiglio missionario indigeno, organismo nato nell'ambito della Chiesa brasiliana.

Indigeni brasiliani contro Bolsonaro

Indigeni brasiliani contro Bolsonaro

TG 12:30 di sabato 27.04.2019

"Chiedo ai governi di proteggere le comunità a rischio e di garantire alla giustizia i responsabili dei crimini", ha affermato Nderitu. Per l'antropologo José Augusto Sampaio, la situazione delle popolazioni indigene potrebbe ancora peggiorare se il Parlamento brasiliano approvasse un progetto di legge che pregiudica il riconoscimento delle terre indigene e consente l'attività mineraria nelle riserve.

Red.MM/ARi

Condividi